COPPIE DI FATTO: DOPO LE PAROLE DI CAFFARRA, LA PROPOSTA DI ERRANI

COPPIE DI FATTO: DOPO LE PAROLE DI CAFFARRA, LA PROPOSTA DI ERRANI

BOLOGNA, 4 DIC. – Il presidente della Regione Vasco Errani non riuscirà  a incontrare Caffarra prima della prossima settimana, ma già  si pensa a una via per trovare un punto di incontro dopo le dichiarazioni del cardinale sulle coppie di fatto. Caffarra, qualche giorno fa, si era infatti schierato contro l’equiparazione tra famiglie e convivenze proposta in Regione.

Pare che la proposta di Errani consisterebbe nell’ accelerare sulla proposta di rivedere i meccanismi Isee, in modo tale da favorire le famiglie numerose, introducendo delle formule dirette a favorirle. Intervenendo in questa direzione il governatore potrà  mandare un segnale di attenzione sui temi della famiglia alla Curia, rispondendo con i fatti alle sollecitazioni dell’arcivescovo, allo stesso tempo senza smentire le intenzioni iniziali.

La comunità  politica reagisce alla notizia in modo diverso: se dal Prc fanno sapere che prioritaria è la parità  dei servizi, dal Pdl sottolineano il silenzio del sindaco Delbono sulla questione: “forse c’è qualche imbarazzo”, dice il consigliere regionale Ubaldo Salomoni. “Delbono smentisca il suo assessore nel rispetto dei sentimenti della comunità  cattolica”, aggiunge ancora il consigliere comunale Galeazzo Bignami. I cattolici del Pd si esprimono con le parole del consigliere comunale Paolo Natali: “condivido le parole del cardinale Caffarra a favore della famiglia fondata sul matrimonio, ma il problema non sta tanto nell’accesso ai servizi, quanto nei criteri di priorità che definiscono la possibilità di usufruirne: in molti casi bisogna dare un riconoscimento in più alla famiglia”. Posizione di prudenza che preoccupa l’Idv: la coordinatrice regionale Silvana Mura chiede ai democratici di “non farsi prendere da timori” dopo le parole di Caffarra.

Valerio Assalve

Leave a Reply

Your email address will not be published.