LAVORO, APPELLO DEL PAPA AL GOVERNO. TERMINI IMERESE HA RIPRESO LA PRODUZIONE ALL’ALBA

LAVORO, APPELLO DEL PAPA AL GOVERNO. TERMINI IMERESE HA RIPRESO LA PRODUZIONE ALL’ALBA

PALERMO, 1 FEB. E’ ripresa alle cinque di questa mattina l’attività nello stabilimento Fiat di Termini Imerese. La produzione era stata bloccata una settimana fa dall’azienda

, in seguito alla protesta di 18 lavoratori di una ditta dell’indotto che hanno trascorso 9 giorni sul tetto del capannone. Ieri gli operai e le loro famiglie hanno espresso “gioia e commozione” per le parole pronunciate dal Santo Padre nell’Angelus che, citando i casi Fiat e Alcoa, ha chiesto di fare di tutto per salvare i posti di lavoro

Interviene anche il ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, che con forza richiama le aziende a una responsabilità sociale che impedisca i ridimensionamenti e sottolinea che anche le istituzioni devono accogliere l’appello del Papa. Apprezzamento per le parole del Papa anche da parte dei sindacati. Raffaele Bonanni, segretario generale della Cisl, si augura che “possa scuotere le coscienze di tutti”, visto che ci vuole “maggiore senso di responsabilità da parte di governo, opposizione, imprenditori, sindacati, banche” perché ci sia meno “ordinarietà nell’affrontare questa crisi”. Luigi Angeletti (Uil) si augura che le parole del Papa “non cadano nel vuoto”, mentre il segretario confederale della Cgil, Susanna Camusso, dichiara che l’appello del Santo Padre “é l’ennesima dimostrazione che non si può far finta che la crisi sia finita”. L’Ugl, infine, si rivolge direttamente alla Fiat, perché “trasformi in azioni concrete” le parole di Benedetto XVI.

Per i lavoratori ancora una settimana calda, tra riunioni, presidi e manifestazioni: domani il tavolo su Eutelia e lo sciopero di Eridiana-Sadam, martedì riunione su Alcoa e incontro dei sindacati della Vinyls con il prefetto di Venezia, mercoledì sciopero Fiat, infine, venerdì il tavolo dedicato a Termini Imerese.

M. Cristina Reggini


[ad#Google Adsense 234 x 60 Right]

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.