Carnevale di Cento, fra carri ed ospiti speciali sembra Rio de Janeiro

Carnevale di Cento, fra carri ed ospiti speciali sembra Rio de Janeiro

Cento il Carnevale d'Europa

CENTO, 20 FEBBRAIO – Finalmente è Carnevale, sì finalmente perché le scorse settimane di freddo e gelo hanno seriemente rischiato di compromettere i festeggiamenti più colorati dell’anno, ma ora l’emergenza è passata e, dopo ben 15 giorni di attesa, la grande festa è esplosa ieri a Cento per il Carnevale d’Europa.

E così dalle 1445 alle 19 gli spettacolari sei carri di cartapesta hanno fatto la loro sfilata fra le strade del centro e la piazza, ad aprire le danze in particolare è stato il bellissimo carro dei Toponi, dedicato al “Gobbo di Notre Dame” versione Disney, e davvero alternativi sono stati invece “L’Armata Bancomat”, il carro che ha raccontato un’Italia ormai fatta solo di tasse, sali e scendi dello spread e banche, e “Con l’acqua alla gola”, il carro realizzato da I Ragazzi del Guercino che rimanda sempre alla crisi del nostro paese.

A chiudere la sfilata ci ha pensato poi un carro a sfondo mitologico chiamato “Giasone e Medea. Alla conquista del vello d’oro” che racconta la storia della bellissima ma spietata donna, qui rappresentata col volto di Bossi, che uccise il suo amato.

A presentare questa festa davvero esplosiva sul palco patron Manservigi assieme a Jo Squillo che hanno accolto anche diversi ospiti come Pierre Sarkozy, chiamato in arte DJ Mosey, il giovane figlio del Presidente della Repubblica Francese che raccontato il suo amore per la musica, in particolare la house, l’acclamatissimo ballerino di Ballando con le Stelle Raimondo Todaro ed i bravissimi pizzaioli acrobatici che hanno dato spettacolo in piazza Guercino.

Ma le festa non è ancora finita perché il Carnevale di Cento ritorna domenica 26 con un ospite d’onore davvero speciale: Vittorio Brumotti, il simpatico inviato di Striscia la Notizia.

Francesca Barzanti

Leave a Reply

Your email address will not be published.