Bologna, noto imprenditore stroncato da infarto all’ospedale Sant’Orsola

Bologna, noto imprenditore stroncato da infarto all’ospedale Sant’Orsola

BOLOGNA, 19 FEBBRAIO – Patrizio Breseghello, noto imprenditore del ravennate, è stato ucciso da un attacco cardiaco all’ospedale Sant’Orsola, davanti agli occhi impotenti dei soccorritori, che non sono riusciti a salvargli la vita.

Il noto imprenditore, che già da tempo soffriva di problemi cardiaci, si era recato all’ospedale di Bologna per un malore, e proprio mentre attendeva di essere visitato è stato colpito dall‘infarto. L’uomo è stato subito soccorso da personale specializzato e trasferito in terapia intensiva, dove si è definitivamente spento, venerdì pomeriggio all’età di 55 anni.

L’imprenditore era proprietario di un’azienda di erboristeria a Casola Valsenio, in provincia di Ravenna, ed era una personalità di spicco della realtà locale, lascia due figli, Laura e Alberto, già da qualche anno orfani della madre; sarà proprio il figlio, con ogni probabilità, a prendere in mano le redini dell’azienda di famiglia.

Il sindaco del paese, Nicola Iseppi, lo ricorda così «Ricordo un amico, ancor prima che un imprenditore, che ha creduto e investito nelle erbe come una potenzialità per Casola Valsenio. E logicamente il mio pensiero va ai figli, che in poco tempo hanno perso entrambi i genitori».

Marco Bertagnin

Leave a Reply

Your email address will not be published.