Bologna: bimbo fermo 7 ore sull’Intercity 615 si ammala di polmonite. Fuori pericolo il piccolo Giacono

Bologna: bimbo fermo 7 ore sull’Intercity 615 si ammala di polmonite. Fuori pericolo il piccolo Giacono

Bologna, bimbo bloccato su un treno si ammala di polmonite

FORLI’, 8 FEBBRAIO – L’ondata di gelo in Italia continua a mietere vittime e se ne contano altre dieci nella sola giornata di ieri.

Sembra invece fuori pericolo il piccolo Giacomo, il bambino di appena due mesi che era rimasto intrappolato insieme con la madre sul treno intercity 615 fra Forlì e Cesena. Mamma e figlio hanno dovuto aspettare ben sette ore insieme con gli altri 600 passeggeri prima di essere soccorsi. Sono rimasti senza acqua, senza riscaldamento, senza luce e con il divieto assoluto di aprire porte e finestrini.

Non siamo in una zona sperduta ma nella civilissima Romagna e a 100 metri dalla via Emilia che scorre parallela ai binari. Dopo qualche giorno il piccolo Giacomo, che era stato lungamente esposto al freddo, è stato ricoverato all’ospedale perché affetto da una grave polmonite.

Ora i medici hanno sciolto la prognosi ma i genitori, Carla ed Alfredo, hanno presentato al tribunale una richiesta di risarcimento danni a Trenitalia per 100.000 euro. L’amministratore delegato delle Ferrovie, l’ing. Moretti, non ha mai dato giustificazioni reali se non generiche al ritardo nei soccorsi. Solo l’intervento dei sindaci e della prefettura sono infatti riusciti ad obbligare Trenitalia ad intervenire.

Francesca Barzanti

Leave a Reply

Your email address will not be published.