Bologna, bomba all’Istituto Fioravanti: era un falso allarme

Bologna, bomba all’Istituto Fioravanti: era un falso allarme

BOLOGNA, 19 GENNAIO – Forse l’impreparazione per un compito in classe o per un’interrogazione programmata, oppure una bravata adolescenziale di cattivo gusto ha bloccato questa mattina l’attività scolastica ordinaria dell’Istituto professionale Fioravanti in via Don Minzoni.

Una telefonata anonima è giunta questa mattina, intorno alle 8, poco prima dell’entrata in classe di studenti e insegnanti, che denunciava la presenza di un ordigno all’interno dell’edificio scolastico. Immediata è stata la richiesta di aiuto alla polizia di stato che è intervenuta sul luogo con una squadra di artificieri che ha provveduto, prima di tutto, all’evacuazione, a scopo precauzionale, dell’intero edificio e, in seguito, ha ispezionato, da cima a fondo, tutto l’istituto non trovando, per fortuna, nessun ordigno.

Il sospetto è, quindi, ricaduto immediatamente sull’ipotesi di una bravata da parte di qualche studente del medesimo istituto, bravata che costerà molto cara – poiché il procurato allarme è un vero e proprio reato contemplato dal codice penale – al responsabile. Infatti, sono in corso, da parte delle forze degli ordini, gli accertamenti e l’identificazione della sorgente della chiamata.

 Federica Palmisano

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.