Arriva a Bologna il pluri-premiato Maestro Pasticcere Rinaldini

BOLOGNA, 28 NOVEMBRE – Da 48 ore e più a questa parte anche Bologna può fregiarsi quale città-sede del *noto marchio di pasticceria riminese*, *Rinaldini*, che approda proprio a pochi passi dalle due Torri, in *Via Altabella*.

Miglior pasticceria per l’innovazione* secondo il Gambero Rosso e *miglior Artigiano d’Italia per il cioccolato* (2005), *miglior torta d’Italia*(2010), *miglior mignon per l’Accademia Maestri Pasticceri Italiani*: quanto a curriculum, *Roberto Rinaldini*, non necessita di ulteriori presentazioni. Non si può non citare, però, uno dei suoi primi traguardi di settore, raggiunto a soli 18 anni, quando vinse i Campionati del Mondo UIPCG di Barcellona con quello che diventerà il dolce-simbolo del marchio, la *Venere Nera*.

E’ una mouse al cioccolato fondente 64% del Madagascar *– ci spiega il pluri-premiato pasticcere – *con bavarese di nocciole adagiate su di uno strato di croccantino*.

Semplicemente sublime così come la variopinta collezione di *macarons *(dolci a base di meringhe), ulteriore specialità targata Rinaldini, di cui l’elegante neo *pastry-shop* cittadino da’ mostra, con ben 20 varietà diverse tra le quali orientarsi, che vanno dall’olio d’oliva e lime fino ai più stagionali *marron glacé*.

Ma le armi di seduzione-gola firmate Rinaldini non finiscono qui. Basta, infatti, continuare a guardarsi in torno nel goloso *shop*, per incrociare le novità natalizie del Maestro Pasticcere: il *panettone Fichissimo*, a base di fichi macerati nello zibibbo, piuttosto che quello al *cioccolato e arancio*, a base di lievito naturale come il primo.

E che dire delle torte, quelle stesse che, come ci svela Rinaldini stesso in persona, verranno presentate in un libro di prossima pubblicazione dal titolo *Cake à porter*, nel quale dolci autunno/inverno cederanno il passo a proposte primavera/estate proprio come in una collezione moda?

Insomma, golosi e non, diciamo pure che sarà difficile resistere al richiamo della ‘nuova sirena’ Rinaldini in pieno centro cittadino a Bologna, ma il punto è che, anche nel caso in cui si dovesse cedere alla tentazione, sapere di essersi arresi dinanzi alla lusinga di prodotti dolciari tanto belli quanto buoni, renderà sicuramente meno difficile l’accettare qualche ‘millimetro’ in più nel proprio girovita!

Rossella Regina

Leave a Reply

Your email address will not be published.