ZECCHINO D’ORO, CONFERENZA STAMPA AL VETRIOLO. ESPLODE POLEMICA TORTORELLA-CASPOLI

ZECCHINO D’ORO, CONFERENZA STAMPA AL VETRIOLO. ESPLODE POLEMICA TORTORELLA-CASPOLI

[ad#Google Adsense Banner]

ROMA, 15 NOV – Dopo la presentazione della prossima edizione dello Zecchino d’Oro, avvenuta in una conferenza stampa a Roma, Cino Tortorella precisa di aver intentato causa all’attuale direttore dell’Antoniano, frate Alessandro Caspoli, e non all’Istituto. Tortorella rivendica il diritto di tornare a rivestire il ruolo di ideatore e conduttore della manifestazione accusando il religioso di aver depotenziato l’attività dello storico coro bolognese ma il procedimento legale da lui avviato ne pregiudica la stessa partecipazione alla manifestazione.

L’annullamento di trasmissioni storiche come La Festa della Mamma, La Festa di Primavera e a breve anche lo Zecchino d’oro, il licenziamento di dipendenti, la vendita delle frequenze di Radio Tau, la compromissione dei rapporti con la Fondazione Mariele Ventre, sarebbero gli avvenimenti di cui Caspoli è indicato quale responsabile. Tortorella dichiara di operare in difesa dei valori per i quali l’Unesco ha indicato lo Zecchino d’oro patrimonio dell’umanità per una cultura in difesa della pace, dei bambini e del personale del centro di produzione.

Caspoli replica ricordando che la collaborazione professionale tra i due si era interrotta consensualmente nel 2007 e sottolinea che i fatti di cui viene ritenuto responsabile sono avvenuti prima del 2003, anno del suo insediamento alla direzione dell’Antoniano. Aggiunge che gli sono state addebitate scelte editoriali e produttive fatte dalla Rai e che il riscontro di pubblico e l’appoggio dei suoi superiori indicano che la sua nomina e il suo operato sono risultati vincenti.

Sara Marini[ad#Google Adsense Banner City]

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.