Bologna, sgominata banda di rapinatori: avevano svaligiato il Banco Desio I sette rapinatori, in trasferta da Napoli, sono stati raggiunti dalle ordinanze di custodia cautelare

La squadra mobile della Questura di Bologna ha emesso sette ordinanze di custodia cautelare nei confronti di sette personaggi, di origine napoletana, specializzati nelle rapine a banche ed istituti di credito. L’indagine, condotta dalla sezione reati contro il patrimonio della squadra mobile, ha preso avvio a maggio dello scorso anno dopo una rapina riuscita al Banco Desio di Bologna.

In quel caso tre uomini avevano immobilizzato e chiuso, dentro un locale, tutto il personale della banca e i clienti al suo interno, costringendo il direttore a farsi consegnare sessantamila euro di refurtiva. L’indagine degli investigatori ha portato al chiaro risultato dell’identificazione di tutti i componenti della banda, rea di aver commesso altre due rapine, una a Piacenza, l’altra a Padova.

Un sodalizio criminale ben organizzato, con ognuno con un ruolo preciso: due rapinatori, residenti a Parma, individuavano gli obiettivi e organizzavano il supporto logistico; gli altri quattro invece partivano da Napoli per pianificare gli ultimi dettagli, dalla modalità di ingresso alle vie di fuga. Una organizzazione capillare, con un membro della banda che entrava a volto scoperto nell’istituto di credito per favorire gli altri. La questura, prossimamente, renderà noti altri particolari. Tutto è bene quel che finisce bene.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.