OMICIDIO GAIDO, ROBERTO CAVALLI HA UCCISO PER FUTILI MOTIVI: PER LUI IL CARCERE DA SUBITO

OMICIDIO GAIDO, ROBERTO CAVALLI HA UCCISO PER FUTILI MOTIVI: PER LUI IL CARCERE DA SUBITO

BOLOGNA, 5 NOV. – Per Roberto Cavalli, 44 anni, l’uomo che sabato scorso aveva ucciso l’amica Marina Gaido, strangolandola, la custodia cautelare in carcere con l’accusa di omicidio aggravato dai futili motivi.

Durante l’udienza di convalida del fermo il reo confesso si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il legale, nonchè fratello di Cavalli, prospetta l’ipotesi di omicidio preterintenzionale, una lite sfuggita di mano, una disgrazia , un raptus. Tuttavia, quella che per l’avvocato difensore è “frutto di una disgrazia”, per il pm risuona come “un banale e incostistente diverbio con la vittima”.

Nel frattempo la Procura, tramite il portavoce Pm Valter Giovannini, ci tiene a precisare un punto della vicenda: ”L’indagato ha chiarito di non essere stato ammanettato in Questura con cio’ escludendo quindi di esserlo stato durante l’interrogatorio svolto dal Pm. Si tratta di una precisazione importante, che chiarisce, qualora ce ne fosse stato bisogno, l’assoluta correttezza dell’operato della polizia e del Pm dott.Gestri”.

Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.