BOLOGNA, PALPEGGIA E BACIA DIPENDENTE. IMPRENDITORE ACCUSATO DI MOLESTIE SESSUALI

BOLOGNA, PALPEGGIA E BACIA DIPENDENTE. IMPRENDITORE ACCUSATO DI MOLESTIE SESSUALI

BOLOGNA, 29 SETT. – E’ stata ascoltata oggi dai giudici della procura bolognese la donna marocchina, di 32 anni, vittima di mobbing. L’uomo, indagato per violenza sessuale, è un noto imprenditore bolognese del settore metalmeccanico.

Gli episodi incriminati si sarebbero consumati nell’estate del 2007, fra la metà di giugno e i primi di luglio. La donna, assistita come parte civile dall’avv. Domenico Atteritano, oggi ha confermato le accuse, seppure con qualche imprecisione nell’esposizione.

Il processo e’ stato aggiornato al 24 novembre, quando dovranno essere sentiti altri due testi, testimoni oculari gli atteggiamenti aggressivi e pressanti dell’imprenditore nei confronti della donna.

La donna era approdata in Italia dal Marocco tramite un intermediario, con la promessa di un contratto di lavoro. Effettivamente, dopo pochi giorni, trovò lavoro nell’azienda metalmeccanica dell’Appennino bolognese. L’imprenditore – secondo l’accusa – le mise subito gli occhi addosso e poi l’avrebbe costretta a baci e palpeggiamenti in almeno tre occasioni.

Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.