Sesso con Animali: da oggi esiste il telefono arancione

Sesso con Animali: da oggi esiste il telefono arancione

ROMA, 22 SETTEMBRE – Zooerastia: in psicopatologia si designa la pratica parafiliaca umana di accoppiarsi o avere rapporti sessuali con animali. Zooerastia è anche sinonimo di un mercato del sesso con gli animali in escalation nel nostro paese e del quale poco si sa e che, apparentemente, non fa rumore ma che, secondo l’AIDAA – Associazione Italiana Difesa Animali ed Ambiente- frutta circa 50milioni di euro ogni anno, solo nel nostro paese. Ogni anno, poi, vengono censiti circa 4000 annunci, sul web, di persone che offrono, o chiedono, sesso a pagamento con animali. Accanto a questi annunci, poi, esistono oltre 15mila siti internet pornografici che offrono filmati scaricabili, gratuitamente o, anche questi, a pagamento di animali costretti a subire gli abusi sessuali da parte di essere umani. E molto spesso, continua, in una nota, l’associazione, in questi filmati si aggiungono  scene di minori costretti ad avere rapporti sessuali con gli animali stessi (cani, cavalli, pecore, mucche ma anche galline e maiali). Si tratta di cifre assurde e storie raccapriccianti che hanno spinto l’AIDAA stessa a creare un telefono arancione, un vero e proprio servizio di segnalazione e denuncia di abusi sessuali ai danni di animali.

“Il fenomeno della zooerastia è purtroppo molto diffuso anche negli ambiti cosi detti a elevato reddito – dice Lorenzo Croce presidente nazionale di AIDAA – cosi come vale la pena di ricordare che vi sono molte persone che ritengono che fare sesso con il proprio animale domestico sia lecito invece che una pratica abominevole che spesso nasconde altre pratiche gravi”.

Si sospetta, inoltre, che possa esistere un vero e proprio circuito di viaggi del sesso con animali esotici, verso i paesi dell’Asia. Così come avviene per il turismo sessuale dei minori. Bambini e animali, le creature più innocenti e più indifese, vengono così straziate e violentate dall’ego di un uomo privo di qualsiasi coscienza e qualsiasi forma di “bene altri”. Un non rispetto per la vita umana e la vita animale che circonda l’uomo che deve essere fermato o, quantomeno, contrastato.

Per accedere al servizio (anche in forma anonima) e’ sufficiente telefonare tutti giorni dalle 10 alle 12 al numero 3926552051 per poter effettuare le proprie segnalazioni in relazioni all’abuso sessuale nei confronti di animali praticato o proposto, ma anche per segnalare annunci o siti che propagandano la zoorastia. Aidaa oltre al telefono arancione mette a disposizione anche il proprio servizio online a cui mandare le email all’indirizzo segnalazionereati@libero.it.

Federica Palmisano

 

One Response to "Sesso con Animali: da oggi esiste il telefono arancione"

  1. sofia  2011/09/23 at 13:25

    NON C’è FINE ALL’ORRORE!!!!!!

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.