Tricarico e i riferimenti alla Padania, scatta la censura

Tricarico e i riferimenti alla Padania, scatta la censura

Sanremo, 17 GennaioCresce l’attesa per la 61esima edizione del Festival di Sanremo, ad un mese esatto dall’inizio della kermesse musicale più nota in Italia. E come già accaduto già negli anni passati, si infittiscono le voci sulle possibili censure alle canzone in gara.

A diffondere il rumors è stato Massimo Giletti, ieri nel corso di Domenica In su RaiUno. Il conduttore avrebbe lanciato un vero e proprio caso-Tricarico. Il cantante milanese, tra i 14 concorrenti Big di Sanremo 2011, canterà il brano intitolato “Tre Colori”. In realtà, però, stando al dibattito alimentato dal conduttore, il pezzo avrebbe dovuto chiamarsi “Nebbia” e il testo, poi censurato, avrebbe contenuto alcuni riferimenti alla bandiera verde della Padania.

[ad#Juice 250 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

Di fatto il ritornello della canzone di Tricarico farebbe: “Quelli della nebbia hanno il colore verde, Quelli del confine hanno la bandiera rossa e quelli della montagna hanno la bandiera bianca……la nostra tre colori”, ha un chiaro riferimento all’anniversario dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Tuttavia, a “Domenica In – L’Arena”, Giletti ha asserito che queste sono solo le parole riviste del testo originale del brano che faceva: ”Quelli nella nebbia hanno la bandiera verde“. Testo censurato, dunque, con la parola “bandiera” sostituita da “colore”.

“Mi chiedo come mai nella versione che ascolteremo a Sanremo queste parole sono scomparse e sono comparse le parole bianco e rosso?” commenta Giletti nel corso della trasmissione. Tuttavia, Fausto Mesolella degli Avion Travel, che ha scritto il brano, asserisce che non vi sarebbe alcun riferimento politico all’interno del testo.

Recentemente la censura si è abbattuta su “Ma Quali Amici di Martina Stavolo” brano, con chiare attinenze tutt’altro che lusinghiere ad Amici di Maria de Filippi, col quale la ragazza avrebbe dovuto concorrere nella categoria Giovani.

Eleonora Braghiroli

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.