Sarah Scazzi, violentata ripetutamente da un tv senza scrupoli

Sarah Scazzi, violentata ripetutamente da un tv senza scrupoli

[ad#Juice 160 x 600][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

BOLOGNA, 15 NOV. – Ad Avetrana, l’informazione italiana ha raggiunto il punto più “basso” degli ultimi anni, “spettacolarizzando” oltre ogni limite un dramma reale!

Del caso Scazzi, gettato nel “tritacarne televisivo”, si è fatto una sorta di “polpetta informe” con cui saziare la “curiosità famelica” di milioni di telespettatori (disposti, piuttosto che a deporre un “lenzuolo bianco” sulla vicenda, a chinare la testa “sempre più in fondo” nel pozzo!).

Sono state innumerevoli e “indegne”, inoltre, le speculazioni messe in atto sulla pelle di una giovane vittima, con buona pace:

a – per la “privacy” delle persone coinvolte;

b – per l’immagine di un “minore” (quale era Sarah);

c – e per il “garantismo” (che sarebbe dovuto nei confronti di persone, allo stato, meramente indagate!).

L’impressione, quindi, è che la piccola Scazzi sia stata uccisa “una sola volta” ma violentata “ripetutamente” da una tv “senza scrupoli” a caccia di “visibilità” ed “ascolti”!

Non esiste “giustificazione alcuna” a questa ossessiva ed eccessiva “attenzione mediatica”!

Gaspare Serra | Riceviamo e Pubblichiamo

Leave a Reply

Your email address will not be published.