Sarah Scazzi, l’incontro drammatico tra Cosima e Michele Misseri

Sarah Scazzi, l’incontro drammatico tra Cosima e Michele Misseri

[ad#Juice 300 x 250][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

AVETRANA, 9 NOV. – L’ultima volta che si erano incontrati era il 6 ottobre scorso, tra le mura caserma dei carabinieri di Taranto. In quel giorno maledetto per la cittadina di Avetrana, Michele Misseri, aveva confessato il macabro delitto di Sarah ed era stato portato in carcere; sua moglie Cosima, invece, era tornata in lacrime a casa in compagnia della figlia Sabrina con la quale aveva cominciato a pensare che l’incubo per la sua famiglia era solo agli inizi.

Il confronto di ieri tra marito e moglie è vissuto sul filo dell’alta tensione. I due si sono parlati in dialetto, come hanno sempre fatto in tutti questi anni di matrimonio. Cosima – che aveva detto di non volerlo più vedere “neanche da morto” e che all’improvviso ha invece deciso di incontrarlo – ha sicuramente portato al marito degli indumenti.

“Mimina, finalmente mi hai portato qualche straccio pulito!”, le ha detto simpaticamente l’uomo. Sul resto molte ombre e milioni di ipotesi.

Secondo fonti locali sembra che ”Mimina” non abbia chiesto al marito nè di ritrattare le accuse nè di salvare Sabrina, ma non è ancora chiaro quali siano i fatti clamorosì che gli avrebbe rivelato l’uomo. Di sicuro dallo sguardo perso della donna e dal suo tono di voce si evince che Cosima è una donna distrutta e che la sua vita è diventata un inferno, anche perchè – come la donna ripete da tempo – “Sabrina è in carcere pur essendo innocente”.

Redazione

[ad#Aruba Banner]

Leave a Reply

Your email address will not be published.