Omicidio Marina Patriti, giallo su gli sms

Omicidio Marina Patriti, giallo su gli sms

[ad#Juice 300 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay][ad#Cpx Popunder]

TORINO, 6 NOV.Sarebbero più di uno gli sms, partiti dal cellulare di Marina Patriti nel giorno della sua scomparsa, che le intercettazioni telefoniche e ambientali scattate nei mesi successivi, hanno funzionato da trappola per i tre arrestati: Maria Teresa Crivellari, 53 anni, residente ad Alpignano (Torino), ex amante del marito di Marina, Andrea Chiappetta e Calogero Pasqualino.

Sempre dalle poche indiscrezioni trapelate, risulta che almeno due dei tre arrestati siano già stati sentiti dai carabinieri nell’estate scorsa. Sembra anche che le testimonianze rilasciate siano discordanti. L’attenzione degli investigatori si sarebbe concentrata proprio sui messaggi telefonici inviati da Marina Patriti al marito la mattina stessa della sua scomparsa: due su temi d’ordinaria amministrazione casalinga, sarebbero partiti dal ponte di Bruino; mentre il terzo, in cui lei dice al marito di andare a prendere il bambino (anziché la bambina) a scuola perché lei ha intenzione d’andarsene per sempre, dal ponte di Alpignano, dove c’è l’abitazione di Maria Teresa Crivellari.

I due uomini, da quanto si è appreso, inoltre, avrebbero avuto un ruolo importante,prima nel sequestro, poi nell’omicidio volontario e quindi nell’ occultamento del cadavere.

Il procuratore di Pinerolo, Giuseppe Amato, che ha chiesto le misure cautelari, però ancora non si sbilancia sulle singole responsabilità dei tre arrestati, che rimangono accusati tutti di concorso nei tre reati contestati.

di Manlio Scimeca

[ad#Aruba Banner]

Leave a Reply

Your email address will not be published.