L’editoriale di Sallusti: il complotto ai danni del premier

L’editoriale di Sallusti: il complotto ai danni del premier

[ad#Juice 300 x 250][ad#Juice PopUnder2][ad#Juice Overlay]

BOLOGNA, 5 NOV. – Nell’edizione odierna del “Giornale”, Sallusti apre l’editoriale e lo fa senza peli sulla lingua. Sallusti, “filo-berlusconiano” e condirettore de “Il Giornale”, spara a zero su Fini, prendendo per una volta il posto di Feltri.

Secondo Sallusti sarebbe in arrivo uno scoop, che vedrebbe Berlusconi autore della stragi mafiose avvenute negli anni novanta, ma questo scoop secondo il condirettore sarebbe architettato ad opera d’arte da chi vuole far cadere il governo.

Qualcuno vorrebbe screditare il Pdl, per portare alla rivalsa il partito della legalità di Fini, o ridar fede ad una sinistra al momento in difficoltà.

A tal proposito Sallusti attacca violentemente l’ex pm Luigi De Magistris, ora europarlamentare dell’Idv, annunciando importanti rivelazioni alla base dell’ennesimo complotto contro il premier.

Sallusti chiude il suo discorso teorizzando che probabilmente lo stesso Napolitano non concederebbe un governo tecnico. E nell’ultima pesante accusa spara su Fini affermando “Chi tiene in ostaggio governo e Paese, non sono le escort, ma Gianfranco Fini. Che non riesce a decidere a chi vendersi e a che prezzo”.

Valerrio Loi

[ad#Cpx Popunder][ad#Aruba Banner]

Leave a Reply

Your email address will not be published.