BRITTNAY MURPHY: E’ GIALLO SULL’ENNESIMA MORTE CELEBRE

BRITTNAY MURPHY: E’ GIALLO SULL’ENNESIMA MORTE CELEBRE


LOS ANGELES, 21 DIC.
Brittany Murphy, 32 anni, sarebbe morta per arresto cardiaco ma le cause della sua morte rimangono ancora incerte e in internet prende il via il valzer delle supposizioni. La giovane attrice, forse influenzata, avrebbe vomitato. Nell’appartamento sarebbero stati ritrovati anche numerosi farmaci; un esame tossicologico, infatti, svelerà se la morta sia stata provocata dalle medicine assunte dall’attrice.

Cresce il giallo attorno alla sua morte, soprattutto dopo le dichiarazioni di un amico della Murphy che ha confessato al tabloid inglese The Sun, che dopo essersi sottoposta ad un intervento di chirurgia plastica, avrebbe iniziato ad assumere dei medicinali, tra i quali il Vicodin, lo stesso che avrebbe portato alla morte Michael Jackson: “Avevamo paura che succedesse qualcosa del genere – ha detto una fonte – Brittany viveva troppo sul filo del rasoio. Aveva un problema con la droga, tutti noi cercavamo di convincerla a chiedere aiuto”.

Il New York Post riprende in mano l’ultima intervista rilasciata da Brittany, pochi giorni prima della sua morte, nel corso della quale l’attrice raccontava d’essere “troppo magra”.
L’attrice di 8 Mile, Don’t Say a Word, Crueless, è stata ritrovata morta sotto la doccia, dalla madre. Pare che la Murphy non attraversasse un periodo particolarmente felice: era stata licenziata dal set del suo ultimo film, The Caller, per motivi non ancora chiari.

Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.