PORDENONE, DAVIDE ROSSET UCCISE ANNA LAURA PEDRON, MA IL REATO È PRESCRITTO

PORDENONE, DAVIDE ROSSET UCCISE ANNA LAURA PEDRON, MA IL REATO È PRESCRITTO


TRIESTE, 19 NOV.
– È fissata per domani a Trieste, davanti al Gup del Tribunale per i minorenni, l’udienza preliminare per la morte della babysitter pordenonese Annalaura Pedron, trovata strangolata in un elegante appartamento di Pordenone, la mattina del 2 febbraio 1988.

Unico imputato nel procedimento è il pordenonese David Rosset, di 36 anni, che all’epoca dei fatti aveva appena 15 anni. Dopo anni di indagini senza esito, l’uomo è stato iscritto nel registro degli indagati nel marzo 2008. Il suo Dna, infatti, ricavato da un controllo stradale con l’etilometro, è risultato corrispondere in pieno con quello del sangue trovato sul luogo del delitto, frammisto al sangue di Annalaura.

Nell’udienza di domani, il Procuratore della Repubblica per i minorenni di Trieste, Dario Grohmann – secondo quanto anticipa oggi Il Gazzettino – è orientato a chiedere il non luogo a procedere per maturata prescrizione del reato, nonostante l’esito dell’esame del Dna. La giovane età dell’imputato all’epoca dell’omicidio, unita alla sua condotta irreprensibile, dovrebbero valergli il riconoscimento delle attenuanti generiche – è il ragionamento del magistrato – che, sommate a quella della minore età, portano a 20 gli anni del termine di prescrizione. Si arriva così al 2 febbraio 2008, addirittura un mese prima che Rosset fosse iscritto tra gli indagati e quasi due anni prima dell’udienza preliminare di domani.

Redazione

Leave a Reply

Your email address will not be published.