LONDRA, SONNAMBULO MASSACRA E UCCIDE MOGLIE NEL SONNO: ASSOLTO

LONDRA, SONNAMBULO MASSACRA E UCCIDE MOGLIE NEL SONNO: ASSOLTO

LONDRA, 18 LUG. – Alle spalle aveva una lunga storia di sonnambulismo. Un problema serio, ma nessuno poteva immaginare che questa patologia potesse privarlo di sua moglie. Brian Thomas, 59 anni, infatti, mentre era nel camper con sua moglie, in vacanza, in preda a incoscienza dovuta al sonnambulismo ha ucciso Christine: in tribunale ha detto di aver creduto che dei ladri fossero entrati nel camper e avessero ucciso la moglie, ma in realtà era stato lui a compiere l’insano gesto, convinto che si trattasse solo di un brutto sogno. “Credo di aver ucciso mia moglie, mio Dio, lottavo con quei ragazzi, ma era Christine. Devo aver sognato, cosa ho fatto? Cosa ho fatto?”, ha ripetuto l’uomo più volte chiedendo di mandare qualcuno. Quando la polizia e i soccorsi lo hanno raggiunto dieci minuti dopo la telefonata l’uomo piangeva e tremava: “Lei era la mia vita”, ha detto più volte. Avrebbero dovuto festeggiare i 40 anni di matrimonio. La procura ha accolto i risultati delle perizie mediche, che attestano come Brian sia affetto da una grave forma di sonnambulismo, e ha affermato di non voler incriminare l’uomo per l’omicidio.

Leave a Reply

Your email address will not be published.