TRAGEDIA A MONTEFORTE IRPINO, IN PREDA AD UN RAPTUS UCCIDE MOGLIE E POI SI SUICIDA

TRAGEDIA A MONTEFORTE IRPINO, IN PREDA AD UN RAPTUS UCCIDE MOGLIE E POI SI SUICIDA

Ha ucciso la moglie e poi si è tolto la vita. È accaduto nel tardo pomeriggio a Monteforte Irpino, centro a pochi chilometri da Avellino.

AVELLINO, 6 NOV.Protagonista dell’omicidio-suicidio è un agente penitenziario del carcere di Bellizzi Irpino, Isidoro De Marco e vittima, oltre ad essere lui stesso, è la moglie Anna Montuori. L’uomo 49enne ha ucciso la donna con cui era sposato e con cui aveva avuto due figli inferendole un solo colpo dalla pistola d’ordinanza. E poi si è tolto la vita nel medesimo modo.

A lanciare l’allarme sono stati i vicini che hanno sentito dei forti rumori d’arma da fuoco; sono giunti subito i carabinieri della Compagnia di Baiano e hanno fatto incursione nell’abitazione trovandosi i due corpi stesi sul pavimento. Sul posto, dove si era assiepata una folla di amici, conoscenti e parenti della coppia sono giunti prontamente i carabinieri della Compagnia di Baiano e della stazione dell’Arma.

Nel pomeriggio è stata ascoltata la testimonianza del collega di Isidoro, l’agente Eugenio Sarno: «Sono sconcertato e afflitto. Evidentemente c’è un male oscuro che colpisce la polizia penitenziaria. I nostri disperati allarmi sono caduti nel vuoto ed ora registriamo l’ennesima tragedia. Quando Ionta ed Alfano troveranno voglia e tempo per ragionare di questo dramma che si consuma all’interno dei penitenziari? Quando la stampa e la società capiranno che il personale penitenziario è oramai all’esasperazione assoluta?» – queste le parole del collega nervoso e amareggiato.

Intanto, però, a detta di altri colleghi, l’agente Bellizzi stamani aveva lavorato con tranquillità portando avanti l’intero turno senza dare cenni di nervosismo o di ansia.

Ancora da accertare la dinamica dell’omicidio-suicidio. La causa che ha scatenato l’intera faccenda non è ancora molto chiara, ma l’Arma continua a lavorare.

REDAZIONE

Leave a Reply

Your email address will not be published.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.